Visite con guida a Venezia,  tour di Venezia, San Marco Venezia con guida, prenotazioni tour guidati di Venzezia, tour delle isole di Venezia

Il Torcello Venezia

L’isola di Murano è un centro abitato situato nella laguna veneta, precisamente a nord est di Venezia. E’ composta da un totale di sette isolette collegate fra loro da ponti e rii: il territorio è interamente urbanizzato escludendo la parte di Sacca San Mattia, ancora in fase di bonifica. Due isole invece sono di origine artificiale: Sacca Serenella e San Mattia

E’ famosa in tutto il mondo per la produzione del vetro. La sua attività inizia intorno al 1291 quando si decretò lo spostamento delle vetrerie da Venezia all’isola di Murano in quanto i forni dei laboratori erano molto spesso causa di incendi che divenivano particolarmente gravi a causa delle costruzioni principalmente in legno. Concentrando le attività a Murano la Serenissima riuscì a controllarne le attività già celebre fuori Venezia, riuscendo così a sottolineare il suo prestigio in campo artistico, per questo i maestri vetrai erano obbligati a rimanere sull’isola senza poter lasciare Venezia fatta eccezione per chi era in possesso un permesso speciale. A causa di queste forti restrizioni molti riuscirono a scappare esportando così la loro tecnica e la loro arte in paesi stranieri. La più importante crisi subito da Murano risale al XV secolo quando si cominciò a fabbricare i cristalli di Boemia, probabilmente ispirati proprio al vetro di Murano. Venezia riuscì a risollevarsi grazie all’utilizzo e alla produzione di lampadari in vetro, tutt’oggi sono i manufatti più noti di Murano. Il maestro vetraio era assistito da due aiutanti: il servente e il serventino. Essi sorreggendo la lunga canna metallica facilitavano il lavoro del maestro che soffiando sul vetro riusciva a dare la forma al vetro da lui desiderata. I due aiutanti, inoltre, manipolavano a loro volta il vetro con gli attrezzi quali la spatola e la pinza chiamata borsella. 

Lo stemma di Murano deriva dall’antica famiglia dei “Muranexi” che secondo la storia sarebbero stati i primi reggitori della città. Prima dell’avvento di Napoleone Bonaparte nell’isola erano presenti circa 18 parrocchie, monasteri e conventi. Ad oggi sono presenti solamente tre chiese funzionanti, mentre sono visibili i resti di altre chiese.

Isola di Burano: la bellezza della laguna

Burano è un centro abitato di circa tremila persone suddiviso in quattro isole della laguna Veneziana settentrionale. L’isola è nota in tutto il mondo per la vivacità dei colori delle sue case e per la secolare lavorazione ad ago del merletto di Burano. Le prime testimonianze della lavorazione del merletto di Burano risale al XV secolo, seguite poi da un vero e proprio scoppio in tutta Italia e in Europa. Una grande spinta di diffusione di questo tipo di artigianato venne dato dalla dogaressa Morosina Morosini che intorno al XVI secolo aprì un laboratorio a Venezia dove lavoravano circa quaranta merlettaie. Alla sua morte il laboratorio venne chiuso ma l’arte del merletto continuò ad essere coltivata studiando una commercializzazione e studiando un tentativo di aumento di produzione: grazie a questo i laboratori vennero adibiti all’interno di case, orfanotrofi, conventi e nelle isole.
Nell’inverno del 1872 la contessa Andriana Marcello decise di rivitalizzare l’antica tradizione del merletto di Burano, con scopo principale quello di tramandare tutte le conoscenze della lavorazione del merletto. Venne così chiesto ad un’anziana signora di nome Vincenza Memo di tramandare tutte le sue conoscenze alla maestra elementare che a sua volta passò i segreti alle figlie e ad un gruppo di ragazze. Fu così che presso l’antico palazzo del podestà venne istituita “La Scuola del merletto”. Al suo interno si lavorava per sei ore al giorno in inverno e sette ore in estate. L’ammissione avveniva a 12 anni dopo sei anni di istruzione fornita a casa, a 18 anni si passava nel gruppo delle lavoranti esperte e ci si rimaneva fino al matrimonio quando poi la produzione si spostava in casa. Nel 1978 gli enti pubblici veneziani decisero di creare all’interno dell’antica scuola di merletto un museo dedicato a questa magnifica arte: al suo interno sono esposti circa duecento esemplari unici della collezione appartenente alla scuola, possiamo trovare due ventagli risalenti al XIX secolo lavorati con madreperla e avorio ed eseguiti ad ago con Punto BuranoLe isole più belle della laguna si possono visitare prenotando tramite il sito www.ticketsvenice.com

Isola di Torcello: le bellezze d'Italia


Torcello fa parte del gruppo delle isole lagunari insieme a Murano e Burano. Fu in antichità uno dei più prosperi insediamenti fino al declino di Venezia. Attualmente l’isola conta circa diciassette residenti, ma il suo patrimonio archeologico attira ogni anni milioni di turisti.
Gli studi condotti nella seconda metà del novecento hanno appurato che a Torcello era presente un insediamento dell’Impero Romano già nei primi secoli. Dopo una breve pausa, il popolamento dell’isola riprese vigore intorno al VII secolo grazie ad alcune opere di bonifica e arginatura indirizzando così l’abitato verso un vero e proprio centro urbano. Si ritrovano, inoltre, delle opere in campo agricolo e tecnologico con la creazione di vetrerie, frutteti e vigneti.
L’isola di Torcello rappresentava insieme alle isole limitrofe lo sbocco per il commercio verso il mar Adriatico, questo portò l’isola a grande prestigio e ad avere migliaia di abitanti. La città aveva una propria nobiltà ed era sorretta da due ordini: uno maggiore e uno minore. Nell’età d’oro dell’isola si potevano contare fino a 50 mila abitanti ma, in seguito, a causa dell’ambiente paludoso con conseguente aria malsana e irrespirabile si registrò un declino tanto che il doge Francesco Foscari intorno al 1429 ordinò il suo abbandono e lo smantellamento degli edifici per favorire la costruzione di Venezia. I luoghi d’interesse di Torcello sono sicuramente la Basilica di Santa Maria Assunta ristrutturata intorno all’anno mille. E’ caratterizzata dalla presenza di finestroni con imposte formate da lastre di pietre. La parete occidentali è ornata con un mosaico in stile bizantino di grandi dimensioni che rappresenta il Giudizio Universale. Troviamo All’interno dell’Isola anche il Ponte del Diavolo: esso conserva la caratteristica dei ponti veneziani privi di parapetto.

 

 

Photogallery Venezia

Itinerario del tour delle Isole

Questo tour vi permetterà di ammirare le isole più importanti della laguna veneziana. L'itinerario include l'isola di Murano famoso per la lavorazione del vetro soffiato, l'isola di Burano famosa invece per l'arte del ricamo e per le caratteristiche abitazioni con facciate dai colori sgargianti che rendono inconfondibile questa isola, e infine l'isola del Torcello famosa perchè storicamente rappresenta il primo insediamento della Laguna.

PRODOTTI CORRELATI

 
 Prenota
Totale risultante: ...,...

SERVIZIO ASSISTENZA

Se desideri ricevere assistenza per completare il tuo ordine, contattaci! il nostro staff del servizio clienti è a vostra disposizione dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 17,00.

numero telefono

metodi pagamento